Two guitars at the Opera: si replica a Catania


L’Opera italiana secondo le chitarre di Vittorio Verdi e Davide Sciacca alla Sala Magma di Catania

Giunge a Catania – sabato 9 gennaio, alle ore 20 – arricchendo ulteriormente l’attività concertistica “Fuorischema” che il Centro Magma di Catania svolge nella propria sala di via Adua n. 3, il concerto “Due chitarre all’Opera”. Le due chitarre sono quelle de “Le Permute”, duo ri-composto dai catanesi Vittorio Verdi e Davide Sciacca, i quali – dopo gli apprezzati esordi di un paio di lustri addietro – avevano intrapreso strade autonome. L’Opera, vista l’iniziale maiuscola, non può che essere quella lirica e italiana. È noto l’interesse di Sciacca per le riletture, create apposta per lo strumento a corda in epoca romantica, avendo, tra l’altro, curato per il Centro Magma, diretto da Salvo Nicotra, accurati momenti di analisi teorica e pregevoli esecuzioni esemplificative. Le sue scelte hanno suscitato particolare interesse e apprezzamento anche all’estero (tra Regno Unito e Stati Uniti) in occasione delle tante esibizioni, solistiche o in Duo con altri strumenti, segnatamente, con il violino di Marianatalia Ruscica; e su queste tematiche, peraltro, il chitarrista etneo svolge attività di ricerca e didattica a Manchester e Liverpool. 
Per l’occasione, con il coinvolgimento di Verdi, proporrà un intrigante programma che mette a confronto le partiture di Giuliani con quelle meno frequentate di Holland. 
Justin Holland, nato in Virginia il 26 luglio 1819 e morto a New Orleans (Louisiana) il 24 marzo 1887, è stato un chitarrista e insegnante di musica; ma, da “uomo nero” è stato anche un leader della sua comunità e un attivista impegnato per la parità di diritti degli afro-americani. Il Duo siciliano proporrà, dunque, un confronto fra due sensibilità, apparentemente distanti, ma accomunate dall’interesse per gli spartiti dell’Opera italiana. Così, all’“Introduzione, Tema e Variazioni op.130”, all’“Ouverture del Pirata di Vincenzo Bellini” e alla “Sinfonia del Barbiere di Siviglia di Rossini” dovute a Mauro Giuliani (nato a Bisceglie, il 27 luglio 1781; morto a Napoli, il 7 maggio 1829) si alternerà il repertorio tutto belliniano di Holland (“Scraps from Opera: Norma I”, “Scraps from Opera: Sonnambula” e “Scraps from Opera: Norma II”) per un concerto che alla godibilità aggiunge forti spinte verso la ricerca e l’approfondimento di carattere musicologico. Inoltre, se servisse una conferma, ecco che scoperte come questa testimoniamo come il genio belliniano si sia propagato con immediatezza ben oltre i confini nazionali e persino oltreoceano già subito dopo che le sue opere avevano visto la luce.
Il prezzo, fissato in tre euro, conferma l’intento divulgativo che l’iniziativa riveste e che precede la “due giorni” del 22 e 23 gennaio (ore 18,30, sempre in Sala Magma) dedicata da Nicola Malagugini ad un altro compositore siciliano che merita attenzione, il trapanese Antonio Scontrino, ed il concerto dell’indomani (domenica 24, alle ore 18,30) che il Duo composto da Simona Bonanno (violoncello) e Ketty Teriaca (pianoforte) terrà alla Sala delle Arti di Gravina di Catania.
Per informazioni e prenotazioni: 095444312 - 3333337848 – mail@centromagma.it.
L'attività del Centro Magma si svolge sotto gli auspici della Regione Siciliana - Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo.
Per il Centro Magma
Salvo Nicotra (3333337848)  
  
Seguono le schede di presentazione dei due artisti.


Davide Sciacca 
Ha conseguito il diploma in Chitarra con il massimo dei voti presso l’istituto musicale V. Bellini di Catania, perfezionandosi con il concertista Carlo Ambrosio. Ha completato gli studi conseguendo, nel 2010, il diploma accademico di secondo livello abilitante all'insegnamento dello strumento musicale e, nel 2012, il diploma accademico di secondo livello in discipline musicali a indirizzo interpretativo-compositivo in Chitarra, con il massimo dei voti e la lode, presso l'istituto musicale V. Bellini di Caltanissetta sotto la guida del maestro Renato Pace con una tesi sulle opere per Oboe e Chitarra del compositore francese Napoleon Coste. Nel 2013 ha conseguito brillantemente il Master di I livello in nuove Tecnologie applicate alla Musica presso il medesimo istituto. Nel 2015 ha ottenuto il diploma accademico di secondo livello in Musica da Camera presso il Conservatorio V. Bellini di Palermo. Nel Dicembre 2016 ha conseguito il prestigioso Master di secondo livello in esecuzione ed interpretazione della musica contemporanea presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, sotto la guida del concertista di fama internazionale Arturo Tallini.  
Ha seguito corsi di perfezionamento e d’interpretazione musicale con il pianista Andràs Schiff, i violinisti Augusto Vismara e Christophe Grube, l’oboista Stefano Vezzani, i chitarristi Giulio Tampalini, Aniello Desiderio, Giovanni Puddu, Costas Cotsiolis, Philippe Villa, Amanda Cook, Richard Jacobowsky, Linda Calzolaro e Nello Alessi.
È stato vincitore di primi premi in più di trenta competizioni nazionali e internazionali, come solista o camerista. Nel corso degli anni i compositori Andrea Amici, Laurent Boutros, Roberto Cipollina, Francesco Santucci, Domenico Scaminante, Andrea Schiavo, Joe Schittino e Giuseppe Torrisi gli hanno dedicato composizioni originali. È stato invitato a far parte della giuria di importanti concorsi nazionali ed internazionali di chitarra e musica da camera. 
Ha al suo attivo numerosissimi concerti come chitarrista solista, in formazioni da camera e da solista con orchestra in teatri, associazioni culturali, università e comunità religiose. Nel 2009 si è esibito come solista nell’ambito del “Tuscia International Guitar Festival” e, successivamente, accompagnato dall’orchestra dell’Ersu di Catania. Dal 2014 ha ottenuto successi di pubblico e critica durante svariati tour in Inghilterra, Galles e Scozia nei quali ha tenuto concerti, in qualità di solista e in duo con la violinista Marianatalia Ruscica, in sale prestigiose, teatri e chiese. Nell’agosto del 2016 e del 2017 Sciacca e Ruscica hanno avuto l’onore di suonare per due volte alla presenza di Sua Maestà la Regina Elisabetta II, il Principe di Galles Carlo e la moglie Camilla, il Duca di Edimburgo Filippo, il Duca di Cambridge William e la moglie Kate, il Duca Edoardo e la Duchessa del Wessex e gli altri membri della Famiglia reale britannica.
Nel 2018 si è esibito per la prima volta negli USA presso la Queens Library di New York City; successivamente, per la Ealing Guitar Society di Londra e la Liverpool Guitar Society. Nel mese di ottobre dello stesso anno ha pubblicato, presso l’etichetta Farelive,  il cd “Counter Irish Project” con il controtenore Riccardo Angelo Strano. Accolto da critiche positive, il lavoro discografico presenta musiche di autori classici, quali Mauro Giuliani, Andrea Amici e arrangiamenti originali del duo. 
In ambito teatrale ha collaborato con attori e registi quali Michele Placido, Guia Jelo e Ornella Giusto. 
Ha accompagnato numerosi artisti locali come turnista e in rassegne quali "Sanremo Rock", "Star Sprint", "Tim Tour" e "Girofestival", ha altresì partecipato a diverse sessioni di registrazione in studio. Si è esibito per le emittenti televisive Sky, Made in Liverpool, Tele D, Rei tv, Globus Television e la BBC Radio England.
È docente di Chitarra e Intavolature presso l’Istituto Musicale V. Bellini di Caltanissetta, di Chitarra Classica e Jazz presso l’Istituto Musicale P. Vinci di Caltagirone e di strumento musicale presso la scuola media “Musco” di Catania.


Vittorio Verdi
Vittorio Verdi nasce a Catania ed intraprende lo studio della chitarra, diplomandosi col massimo dei voti presso l’Istituto musicale V. Bellini di Catania, dove successivamente conseguirà anche il diploma accademico di secondo livello abilitante all’insegnamento dello strumento musicale. Si perfeziona sotto la guida del Maestro Carlo Ambrosio, del quale è stato allievo ed assistente. Sin da bambino, comprende il valore della musica come efficace strumento di comunicazione e, all’età di 6 anni, intraprende i primi studi musicali al pianoforte. Tuttavia, dopo qualche tempo, abbandona tali studi, dedicandosi al solo ascolto della migliore musica, che lo farà approdare poi alla sua vera passione: la chitarra.                                                                                                                                                                                  
Partecipa a diversi concorsi ed è due volte vincitore del primo premio al concorso musicale nazionale Placido Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto; vincitore del primo premio al concorso nazionale Città di Pedara e del secondo premio al concorso internazionale F. Cilea di Castrovillari. 
Partecipa, in qualità di concertista e docente assistente, a diverse edizioni del Tuscia Guitar Festival, corso internazionale di perfezionamento per esecutori professionisti.                                                                                                                                                           
Si esibisce in diverse occasioni, sia da solista che in formazioni cameristiche, presso associazioni culturali, eventi privati, università, reti locali e comunità religiose.
Suona in diversi contesti informali anche all’estero, dove ha sempre suscitato l’entusiasmo e l’emozione di quanti l’abbiano ascoltato. Attualmente, aggiornandosi di continuo e sperimentando nuove e stimolanti tecniche pedagogiche, insegna chitarra presso l’Istituto Comprensivo G. D’Annunzio di Motta Sant’Anastasia.

Fonte: Salvo Nicotra - Direttore Centro Magma
top