Il giornalista Giuseppe Lazzaro Danzuso ha presentato il suo "Gran Circo Catania"

 


Giovedì 14 giugno, alle Terme della Rotonda, bene archeologico sito a Catania, in Via della Mecca, si è svolta la presentazione di Gran Circo Catania. Guida improbabile per una città incredibile, scritto dal giornalista e scrittore Giuseppe Lazzaro Danzuso, edito da Carthago Edizioni.

La presentazione è uno dei tanti incontri culturali che rientrano nella rassegna Corra la Voce, prodotta dall'associazione Buongiorno Sicilia e finanziata, nell'ambito di Palcoscenico Catania 2024, dal Comune di Catania e dal Ministero della Cultura. Giuseppe Lazzaro Danzuso, oltre ad aver riproposto al pubblico il suo libro, la cui pubblicazione e prima edizione risalgono al 2014, nell'ambito della stessa rassegna ha tenuto, nei giorni 11 e 12 giugno, all'Auditorium di Via Zurria Catania, un laboratorio teatrale dedicato al poeta Micio Tempio, "L'amore ai tempi della carestia", durante il quale ha intervistato un discendente del poeta, Antonio Domenico Tempio, ricercatore di storia greca all'Università degli Studi di Catania. Inoltre, fra gli appuntamenti della rassegna, ci sarà anche uno spettacolo teatrale, dal titolo "Miciu e Cirano sulla Luna", scritto e girato da Danzuso, che vedrà in scena, Angelo d'Agosta, attore e regista, e Andrea Balsamo, musicista folk. La performance verrà offerta gratuitamente al pubblico, come quasi tutti gli eventi di “Corra la Voce”, e si terrà all'Auditorium di Via Zurria.

 

Nel giardino della biblioteca sita a Catania in via Naumachia 18/a intervisterà l’autore il giornalista e fotografo Roman Henry Clarke

 


Avrà luogo sabato 22 giugno 2024 alle ore 18.30 nel giardino della Biblioteca Navarria Crifò (via Naumachia 18/a, Catania – nei pressi del Castello Ursino), la presentazione del libro Cenere - appunti da un lutto, nuova uscita in libreria del vignettista del Fatto Quotidiano, Mario Natangelo, edito da Rizzoli.

Intervisterà l’autore il giornalista e fotografo Roman Henry Clarke, direttore della nostra testata.

Seguirà firmacopie.

 

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

 

Il volume potrà essere acquistato in occasione della presentazione, in collaborazione con la libreria Catania Libri.

 

 

Alcune notizie su una poetessa dall'identità misteriosa e dibattuta, vissuta in Sicilia

 

Nina Siciliana

Nina Siciliana è una poetessa che visse nel XIII secolo d.C., viene considerata la prima donna a poetare in volgare, e Ugo Foscolo la definì "la nuova Saffo". Ma la sua identità è ancora oggi avvolta nel mistero. Persino il suo nome completo è oggetto di dibattito. È passata alla storia anche come Nina da Messina, Monna Nina, Nina del Dante. Il nome "Nina" potrebbe essere soltanto il diminutivo di "Antonina".

 

"Per ogni Macondo possibile" è il titolo dell’evento a cura di Alessio di Modica – seguiranno altri due appuntamenti il 13 e 27 giugno nel giardino della biblioteca sita a Catania in via Naumachia 18/a con ingresso libero e contributo volontario

 


Andrà in scena domani, venerdì 7 giugno 2023 dalle ore 19.30 nel giardino della Biblioteca Navarria Crifò (via Naumachia 18/a, Catania), la conferenza-spettacolo “Per ogni Macondo possibile” a cura di Alessio Di Modica.

 Un progetto nato dal sodalizio che dura da anni tra la compagnia teatrale indipendente Area Teatro e la Biblioteca Navarria Crifò. Il progetto prevede di creare momenti condivisi dedicati alla memoria. Il primo appuntamento sarà, come detto, domani, venerdì 7 giugno, con una conferenza-spettacolo in cui il cuntista Alessio Di Modica racconterà di come ha raccolto le storie dei territori per dare vita al patrimonio orale che è riuscito a salvaguardare in questi anni. Gli altri due incontri di giugno saranno momenti di ascolto collettivo di persone che hanno segnato la storia contemporanea in diversi modi e in diversi contesti ma di cui non si parla abbastanza, ed è importante del loro operato farne memoria e immaginario collettivo.

top